D'Amato, assessore regionale alla Sanità: "Contro il coronavirus, se non si rispettano le regole, inevitabili altre misure, come l'obbligo di mascherine sempre"

1' di lettura 26/09/2020 - "Su circa 10 mila tamponi al 26 settembre nel Lazio si registrano 219 casi: di questi, 129 sono a Roma e due i decessi". Così - informa l'agenzia ANSA - l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato; il quale ha aggiunto che "Se non si rispettano le regole, inevitabili altre misure di contenimento come l'obbligo di mascherine sempre". Occorre "Mantenere alta l'attenzione", ha sottolineato l'assessore, ricordando: "la gran parte dei casi in ambito conviviale ed extrascolastico".

Diversi, però, sono ancora i casi di contagio "di rientro", cioè riguardanti persone appena rientrate a Roma da altre regioni o dall'estero: prevedibile "coda" della fine delle vacanze estive.

Nelle province del Lazio si registrano 44 casi e nessun decesso nelle ultime 24 ore. Nella Asl di Latina,13 i casi (e si tratta di casi già noti e isolati). Nella Asl di Frosinone si registrano 21 casi (per 9 contatti, casi già noti e isolati). Nella Asl di Rieti se ne registrano 6, tutti casi già noti e isolati. Nella Asl di Viterbo si registrano 4 casi, anche qui già noti e isolati.






Questo è un articolo pubblicato il 26-09-2020 alle 20:59 sul giornale del 27 settembre 2020 - 142 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bw7i