Roma: con l'Accademia artistica RUFA, un progetto per la rinascita culturale e sociale del quartiere San Lorenzo

2' di lettura 05/01/2021 - Obiettivo rigenerazione urbana, artistica, sociale, per San Lorenzo: il popolare , e intellettualmente vivace, quartiere di Roma scopre una nuova identità territoriale grazie all'arte. Ecco il progetto promosso da RUFA, Rome University of Fine Arts, Accademia di Belle Arti legalmente riconosciuta dal MIUR, inserita tra le Istituzioni di Alta Formazione Artistica e Musicale (AFAM).

La RUFA prevede diversi percorsi formativi, al termine dei quali si consegue il Diploma Accademico di Primo livello (triennale) ed il Diploma Accademico di Secondo livello (biennale), equipollenti, ai fini dei pubblici concorsi, rispettivamente alla Laurea ed alla Laurea Magistrale rilasciate dalle Università.

RUFA - informa la testata specialistica "EXIBART" - sta concentrando ora la sua attenzione anche su San Lorenzo: quartiere che senz'altro è tra i simboli della rinascita culturale della Capitale. Nel corso di questi anni ha subìto diversi mutamenti, ed oggi, tumultuosamente"sorpassato", nel ruolo di "Quartiere latino", o addirittura di "Montmarte", dell' Urbe, dal non lontano Pigneto, si trova in parte in uno stato di degrado, a causa di molteplici fattori: come la debolezza dell’azione politico-amministrativa di governo, gli interessi speculativi, la frammentazione del tessuto produttivo, la proliferazione di attività illegali, la presenza di un'immigrazione extracomunitaria certo non integrata col resto della popolazione (anche se sono lontani i tempi della ex-Pantanella...).

Il rovescio della medaglia si esprime nelle tante energie espresse, ormai da decenni, attraverso attività culturali, sociali e d’impresa che fanno di San Lorenzo un territorio ricco ed effervescente: ed è proprio dopo un’attenta analisi di tale contesto - sottolinea RUFA - che l' Accademia ha deciso di concentrare le sue risorse nella realizzazione di un’esperienza volta al miglioramento complessivo della qualità della vita di questo quartiere, coinvolgendo tutti i suoi corsi: Arti visive, Design, Graphic design,Comics and illustration, Fotografia, Cinema, Visual and innovation design, Multimedia, sia del triennio che del biennio.

L’obiettivo del programma, denominato “San Lorenzo – Rigenerazione urbana, sociale e nuova identità territoriale”, è costituire un modello operativo che, con l’applicazione di linee guida ben precise e determinate, consenta di essere poi replicato in altre aree metropolitane. Un progetto che vede interagire insieme anche l’Università La Sapienza.

Scopo dell’esperienza è contribuire alla valorizzazione del tessuto "laurentano": coinvolgendo tutti quei soggetti che, a diverso titolo, attraversano o dimorano questo quadrante della città. “San Lorenzo: rigenerazione urbana, sociale e identità territoriale” non intende “abbellire” il quartiere attraverso un design “calato dall’alto”, ma - precisa sempre la RUFA - mobilitarlo, attraverso la condivisione di specifici obiettivi, quali quelli dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile promossa dall’ONU. Unire una comunità, insomma, per raggiungere importanti traguardi in tema di cultura, ambiente, innovazione sociale e produttiva: una crescita nel segno della sostenibilità per tutti gli attori in campo. Un progetto, osserviamo, cui potrebbe direttamente contribuire anche il Comune: con i fondi per lo sviluppo delle Periferie, ad esempio, o dell'imprenditoria giovanile.


di Fabrizio Federici
redazione@vivereroma.org





Questo è un articolo pubblicato il 05-01-2021 alle 10:17 sul giornale del 07 gennaio 2021 - 182 letture

In questo articolo si parla di cultura, articolo, Fabrizio Federici