Violenze e stupri: al via la campagna #tucomelei

3' di lettura 14/04/2021 - Protection4Kids, Organizzazione Non Governativa focalizzata sulle violenze di genere, pedopornografia e reati online, lancia la campagna social #tucomelei per contrastare stereotipi, pregiudizi e abusi nei confronti delle donne.

Protection4Kids ha lanciato sui social network la campagna #tucomelei per contrastare gli abusi nei confronti delle donne e sensibilizzare contro l’uso di stereotipi e pregiudizi contro il genere femminile. La campagna è patrocinata dalla Regione Veneto per combattere la violenza di genere e gli stupri.

"Le donne oggi sono colpevolizzate anche quando sono vittime di reati gravi. Viviamo in un mondo dove sembra normale utilizzare un linguaggio misogino che oggettivizza il corpo femminile e spettacolarizza tragici episodi di violenza sessuale”, spiega Annachiara Sarto, direttrice di Protection4kids.

“Quotidianamente sentiamo frasi come ‘Se l’è cercata’, ‘Cosa ci faceva lì a quell’ora?’, ‘Aveva bevuto?’, oppure ‘Ha scelto lei di farsi quel video.’, ‘A chi l’ha data per ricoprire quel ruolo?’. Abbiamo perciò pensato a questa campagna, totalmente consapevoli della sua natura un po’ provocatoria. Crediamo che ogni donna debba aver la possibilità di esercitare il diritto di scegliere come vivere, esprimersi. Ma è anche importante che possa realizzarsi professionalmente e sentirsi libera nei propri comportamenti, senza aver paura di essere giudicata». Aggiunge Alessia Masin, responsabile del progetto.

A supporto della campagna è stata sviluppata la piattaforma www.tucomelei.it dove ogni donna può lanciare il proprio messaggio di rivendicazione completando la frase: “Sì, io posso…”. Ad esempio, Chiara, 24 anni, scrive “Sì, io posso camminare da sola la sera tardi senza avere paura,. Cinzia, invece, rivendica il diritto a vestirsi scollata. Messaggi che cercano di scardinare quegli stereotipi di genere che impattano negativamente sulla vita personale e professionale delle donne. Questo in un contesto sociale in cui 1 milione e 404 mila donne sono vittime di violenza fisica o sessuale almeno una volta nella vita.

La campagna #TuComeLei sta avendo grande successo e risonanza nazionale, ed è stata supportata da centinaia di influencers di tutta Italia e grandi artisti. Eleonora Rocchini (998.000 followers), Sabrina Salerno (825.000 followers), Manila Nazzaro (319.000 followers), Irene Capuano (636.000 followers), Sonia Bruganelli (583.000 followers), Chiara Maci (679.000 followers), Marta Pasqualato (333.000 followers) sono solo alcuni dei nomi coinvolti.

Ma la grande soddisfazione per Protection4kids è arrivata con l’assegnazione ufficiale alla campagna del Patrocinio da parte della Regione Veneto. «Sapere che i valori e i principi per cui combattiamo sono abbracciati anche dalle istituzioni del territorio in cui viviamo e lavoriamo, è per noi un grande onore e segnale di radicale cambiamento nella società», afferma il co-fondatore dell’organizzazione, Andrea Baggio.

Protection4kids è un’associazione no profit che si impegna quotidianamente a livello nazionale e internazionale per combattere le violenze di genere e i reati che si perpetuano soprattutto online (revenge porn, victim blaming, rape culture, slut shaming e hate speech). Si occupa inoltre di assistere i minori vittime di tratta di esseri umani e di pedopornografia.






Questo è un articolo pubblicato il 14-04-2021 alle 09:29 sul giornale del 15 aprile 2021 - 122 letture

In questo articolo si parla di attualità, roma, lazio, articolo, Antonello Staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bXof