Caso Fedez - Primo Maggio - RAI: preoccupata l'Associazione Stampa Romana, alla vigilia del rinnovo del CdA dell'azienda

1' di lettura 03/05/2021 - "La denuncia pubblica di Fedez che sui social ha accusato la Rai di volerlo censurare per il suo intervento durante il concerto del Primo maggio segnala una voglia di "controllo contestualizzato" delle idee inaccettabile nell'azienda di servizio pubblico". E' quanto afferma, in una preoccupata nota, la segreteria dell'Associazione Stampa Romana.

"Nei giorni scorsi - sottolineano i vertici di ASR - sulla graticola aziendale dopo segnalazione di politici erano finiti due colleghi del tg1 che sui social avevano espresso opinioni personali,.in un caso sul Fascismo in occasione del 25 aprile e nell'altro caso sugli arresti in Francia per eseguire le sentenze dello Stato ai danni di sette tra terroristi e membri di Lotta continua. Casi per i quali l'Azienda ha annunciato una istruttoria che potrebbe portare ad una richiesta di sanzioni disciplinari. Questi casi segnalano il tentativo ripetuto di limitare la libera circolazione delle idee e delle opinioni sotto la "pressione" della politica.

Nel nostro caso siamo preoccupati per questo vaglio, per questa sorta di controllo da parte della Rai nei confronti dei giornalisti: che delle proprie opinioni rispondono da un punto di vista deontologico e di responsabilità civile e penale alle vigenti normative e al testo unico dell'Ordine sui diritti e sui doveri del giornalista."Certo. ma un punto di vista, osserviamo, solo appunto deontologico e di responsabilità civile e penale, non di altra natura.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-05-2021 alle 10:47 sul giornale del 04 maggio 2021 - 123 letture

In questo articolo si parla di roma, lazio, Fabrizio Federici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b1uL