Trentenne romana muore nel rogo di una barca a Castellamare di Stabia

1' di lettura 31/08/2021 - Sul posto è giunto il pm della Procura di Torre Annunziata che procede per le indagini con i militari della Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia .

Una donna è morta in seguito ad un incendio scoppiato nella notte su una barca ormeggiata nel porticciolo turistico ''Marina di Stabia'', a Castellammare di Stabia (Napoli). La donna, trentenne, nata a Roma, lavorava come hostess sulla barca, ed era appena rientrata da un' escursione. Era stanca, e aveva detto agli amici di volersi trattenere a bordo per la notte prima di fare rientro a casa. E' morta nelle fiamme che hanno avvolto l' imbarcazione forse per asfissia.. Il suo corpo è stato recuperato dai Vigili del Fuoco.

Secondo quanto accertato dalla Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia, guidata dal comandante Achille Selleri, la giovane donna che ha perso la vita in conseguenza dell' incendio, potrebbe non essersi accorta di nulla. Dormiva sotto coperta e sul suo corpo non sono state trovate ferite né ustioni. L' incendio si è sviluppato solo all'esterno dell'imbarcazione, che è poi affondata.

La giovane donna , nata in provincia di Roma, faceva parte dell' equipaggio dell'imbarcazione , una barca a vela di 22 metri, inglese, ma gestita da una società di Gragnano (Napoli). Per l' identificazione della vittima si attende l' arrivo dei genitori, che sono stati avvertiti. Gli inquirenti stanno visionando le immagini delle numerose telecamere di cui è dotato il porticciolo turistico che è ampiamente sorvegliato e chiuso ad estranei, per verificare se qualcuno si sia avvicinato durante la notte all'imbarcazione.






Questo è un articolo pubblicato il 31-08-2021 alle 09:46 sul giornale del 01 settembre 2021 - 210 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cgXk





logoEV
qrcode