Roma: chiuso il bar-kebab sulla Tiburtina, un cliente era morto per un pugno dal figlio del proprietario

1' di lettura 11/10/2021 - Il bar-kebab «Bosporus» in via Tiburtina dove, il primo ottobre scorso, un avventore del locale ha perso la vita a seguito di un pugno sferratogli dal figlio del proprietario, é stato chiuso in via definitiva dalla Questura di Roma.

Il provvedimento, emesso dopo un’approfondita istruttoria della divisione amministrativa della Questura, è stato notificato ed eseguito dagli agenti del commissariato San Lorenzo. Il proprietario dell’attività era già stato sanzionato per aver somministrato alimenti e bevande in assenza di licenza, dalla polizia e dai vigili urbani. Il figlio del proprietario, 18enne incensurato nato a Crotone ma originario della Turchia, è stato arrestato con l’accusa di omicidio preterintenzionale per aver colpito al volto con un pugno, Luca Perrone di 58 anni.

L'uomo, che era conosciuto nel rione ed in passato era già stato coinvolto in alcune liti, secondo i testimoni era ubriaco e importunava gli altri avventori. Da qui è nata la discussione, quindi la colluttazione fatale.






Questo è un articolo pubblicato il 11-10-2021 alle 09:57 sul giornale del 12 ottobre 2021 - 236 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cnBN





logoEV