Massofisioterapisti in protesta davanti al Ministero Salute: "Vogliamo solo lavorare"

1' di lettura 23/01/2023 - "1200 famiglie aspettano una risposta dal Ministro Schillaci su una legge discriminatoria"

(Roma). "Noi siamo qui per avere dei chiarimenti per quello che è una situazione che si protrae almeno da tre anni per 1200 famiglie che da questo lavoro traggono il proprio reddito. Per una legge scritta male e interpretata ancora peggio, la 145 del 2018, è stata fatta una discriminazione solamente temporale e non in base ai titoli e alle norme che garantivano la spendibilità del titolo, per cui su circa 5mila operatori di aree sanitarie, cosidetti massoterapisti, circa 3500 sono entrati in un elenco speciale all'elenco dell'ordine TSRM, gli altri 1200 sono stati esclusi perché non potevano vantare 36 mesi di attività pregressa. Siamo andati anche direttamente alla Corte europea a chiedere giustizia. Siamo convinti che il ministero ci ascolterà e troveremo insieme una soluzione". Così Luigi Pini, presidente Comitato Massofisioterapisti. (Marco Vesperini/alanews)

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook di Vivere Lazio .
Clicca QUI per trovare la pagina.







Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 23-01-2023 alle 15:13 sul giornale del 24 gennaio 2023 - 14 letture

In questo articolo si parla di attualità, video, Alanews

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dOCm





logoEV
qrcode