SEI IN > VIVERE LAZIO > CRONACA
articolo

Frascati: sequestrati 63 milioni di euro in criptovalute, 21 denunciati

1' di lettura
36

Sequestrati 63 milioni di euro in criptovalute.

Indagini coordinate dalla Procura di Velletri, con il supporto dei finanzieri di Roma e del Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi Tecnologiche, hanno portato al sequestro di oltre 776 milioni di criptovalute, per un valore di circa 63 milioni di euro, in relazione a un'associazione a delinquere finalizzata all'esercizio abusivo dell'attività finanziaria.

Il sequestro fa parte di indagini complesse condotte dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Roma che hanno coinvolto 21 soggetti, di cui 15 destinatari di decreto di giudizio immediato, con base operativa a Frascati e attività su tutto il territorio nazionale. Gli indagati avrebbero utilizzato i social network per promuovere investimenti in criptovalute su piattaforme online prive di autorizzazioni di legge, offrendo rendimenti allettanti a cadenza settimanale per attrarre nuovi investitori e capitali.

Le indagini hanno evidenziato il coinvolgimento di una società italiana che avrebbe operato abusivamente sul mercato, creando una moneta digitale offerta come forma di investimento attraverso il proprio sito web. È stato eseguito il sequestro di oltre 776 milioni di criptovalute, equivalente a circa 63 milioni di euro, nei suoi confronti.

Inoltre, uno degli indagati è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto presso lo scalo aeroportuale di Fiumicino, poco prima di imbarcarsi su un volo diretto in Polonia.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook di Vivere Lazio .
Clicca QUI per trovare la pagina.


Questo è un articolo pubblicato il 19-04-2024 alle 09:02 sul giornale del 20 aprile 2024 - 36 letture






qrcode