SEI IN > VIVERE LAZIO > CRONACA
articolo

Tarquinia: Sorveglianza Speciale per un pluripregiudicato 55enne

1' di lettura
32

Nei giorni scorsi il Tribunale di Roma – Sezione Misure di Prevenzione ha emesso la misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale nei confronti di un italiano, 55enne, residente a Tarquinia.

Il predetto, pluripregiudicato per numerosi reati contro la persona e il patrimonio, risulta già essere stato sottoposto a ben tre Avvisi Orali del Questore che non hanno sortito alcun effetto nonché all’Ammonimento per molestie subite da alcuni conoscenti e ad un Divieto di accesso ai locali pubblici, c.d. daspo “Willy” per i suoi comportamenti aggressivi.
In particolare l’uomo, al quale è stata riscontrata la dipendenza dall’alcool, è stato denunciato nel 2021 per minaccia, atti persecutori ed estorsione e nel 2023 da una donna per lesioni volontarie.

Tenuto conto del numero e della frequenza delle condotte delittuose del soggetto che evidenziano una personalità pericolosa, aggressiva e violenta nei confronti di qualsiasi soggetto, aggravata dall’abuso di alcool da parte dello stesso, noncurante dei ripetuti Avvisi Orali e Ammonimenti a cui è stato sottoposto nel corso del tempo, a seguito di una scrupolosa istruttoria, effettuata dal personale della Polizia di Stato della Divisione Anticrimine, su richiesta del Questore di Viterbo veniva emessa nei suoi confronti la misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale per la durata di anni due, con l’obbligo di soggiorno nel comune di residenza.

A seguito del provvedimento, l’uomo non potrà rincasare la sera più tardi delle ore 21,00 e uscire la mattina prima delle 7,00, nonchè partecipare a pubbliche riunioni, tenere armi ed associarsi a persone che hanno subito condanne o che sono sottoposte a misure di prevenzione o di sicurezza.

L’inosservanza delle prescrizioni e degli obblighi della Sorveglianza Speciale è punita con l’arresto.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook di Vivere Lazio .
Clicca QUI per trovare la pagina.


Questo è un articolo pubblicato il 19-04-2024 alle 09:13 sul giornale del 20 aprile 2024 - 32 letture






qrcode