...

Gli agenti della Polizia di Stato sono intervenuti tempestivamente in Via Fabriano, poiché chiamati dall’ex fidanzato di una ragazza che, contattato dalla stessa, si è allarmato poiché gli ha riferito di aver litigato furiosamente con l’attuale compagno e di essere preoccupata perché era rimasto nel cortile condominiale.





...

Nell’ambito della più ampia strategia, analizzata in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica in Prefettura, e affidata alle Forze di Polizia, continuano capillari controlli volti a monitorare e contrastare il fenomeno della cosiddetta 'movida' violenta, a reprimere le attività illecite, a tutelare in ogni caso l’ordine e la sicurezza pubblica, e a impedire, sanzionandola duramente, la somministrazione e la vendita di sostanze alcoliche a soggetti minorenni.





...

Sono iniziate mercoledì mattina  le operazioni a Lungotevere di Pietra Papa,  per liberare l'area golenale del fiume Tevere occupata abusivamente da un insediamento di una quindicina di baracche. Sul posto decine di agenti della Polizia Locale di Roma Capitale, XI Gruppo Marconi, con l'ausilio del Reparto Tutela Fluviale dei caschi bianchi.



...

Aveva messo in piedi un’attività illegale su vasta scala, specializzata nella contraffazione di documenti per consentire ai cittadini stranieri di ottenere il permesso di soggiorno, il 42enne, di nazionalità bengalese, rintracciato e denunciato dalla Polizia Locale di Roma Capitale, I Gruppo Centro  "ex Prati", a seguito di un'articolata attività di indagine sul falso documentale coordinata  dalla Procura della Repubblica di Roma.




...

Va avanti  l'attività di vigilanza  da parte della Polizia Locale di Roma Capitale nei luoghi maggiormente frequentati della Capitale e nelle zone della movida, con particolare attenzione alla vendita ed al consumo irregolare di alcolici, al rispetto del codice della strada e delle misure anti-Covid: oltre  un migliaio i controlli effettuati in questo fine settimana. 









...

Nella mattinata del 14 Luglio 2021, i Carabinieri del Gruppo Tutela del Lavoro di Venezia, coadiuvati dai colleghi dei Comandi Provinciali di Pesaro e Urbino, Latina e Ravenna, hanno dato esecuzione a quattro misure cautelari, una in carcere e tre agli arresti domiciliari, nei confronti di altrettanti soggetti di nazionalità egiziana, ritenuti responsabili dei reati di cui agli artt. 110, 112 e 603 bis C.P. (intermediazione e sfruttamento del lavoro aggravato in concorso) commessi nei confronti di decine di cittadini stranieri, per la maggior parte loro concittadini.